Diksha

Diksha è un termine sanscrito traducibile con “grazia”, “benedizione”, “iniziazione”.
 Attiva la capacità di essere in contatto con il Divino, nel senso più ampio del termine: l’ineffabile, il tutto, l’infinito, l’esistenza, l’essenza, ma anche con un Dio specifico della propria religione: Gesù o Buddha o Allah o Krishna, Jahwè o qualsiasi altro Dio della propria fede.

Le persone che possono trasmetterlo sono state iniziate alla Oneness University di Amma e Bhagavan che ha sede nelle vicinanze di Chennay – India.
Amma e Bhagavan sono i due fondatori del Diksha e sono riconosciuti come “Avatar” del Risveglio di coscienza. Avatar è un termine della tradizione indiana che, riferito a un essere umano, indica un maestro, una persona particolarmente dotata e ispirata.

Che cos’è il diksha?

È Energia Divina che accelera il processo di crescita umana allargando il campo di consapevolezza, permette un cambiamento nella percezione delle cose e la realizzazione che il concetto di un sé separato è un’illusione. Con la diminuzione del senso di separazione, si avverte un legame più profondo con tutto ciò che esiste fino a sentire di essere tutt’uno con il Creato e con Dio.

Come si riceve il diksha?

L’energia Divina giunge attraverso un facilitatore appositamente preparato e iniziato, detto diksha giver, che in uno stato di ricettività la trasmette, ponendo le sue mani sulla testa del ricevente.

Cosa succede a chi la riceve?

L’energia del diksha porta ad ognuno quello di cui ha più bisogno in quel momento per evolvere verso l’unità: guarigione fisica ed emozionale, coraggio, amore incondizionato, rilassamento, fiducia, comprensioni.

A chi si rivolge?

A tutti coloro che sono aperti a sperimentare questa energia di guarigione, efficace a prescindere da ogni credo religioso.